REMOTE HOUSE
Il senno del poi

 

L'autore non risponde di eventuali danni, perdite di guadagno, reddito, possesso, provocati dall'applicazione di quanto riportato in questa pagina.

 

E adesso? Cambieresti qualcosa? Dove hai sbagliato? Che consigli daresti? Qual'é il risvolto pratico?
Faccio una premessa, ho passato una ventina di giorni con il controller sul banco per una modifica ed accusavo la mancanza, quindi non posso che consigliarvi di costruirvelo ma procediamo con ordine.


Nel dubbio una ventola con interrutore l'ho prevista.

Ho decisamente sopravvalutato il problema dello smaltimento di calore. 25W tra computer, telefono GSM e schede I/O non sono tanti, un contenitore che assicuri una buona ventilazione e magari posto in verticale é piu che sufficiente. Alimentatore e processore sono al massimo tiepidi.
Per dare un'idea delle potenze in gioco:
PowerMac 4400 originale:
- Condizione di lavoro: 32W
- Condizione di Stop: 25W
- Spento: 8W
Controller GSM
- Condizione di lavoro:25W
- Condizione di Stop: 25W
- Spento: 8W
Per paura di ritrovarmi senza controller ho previsto una ventola da 12 V alimentata a 5V (fa meno rumore) a fianco del processore, non l'ho mai accesa. Nel dubbio riducete il più possibile l'assorbimento di corrente ed il lavoro del processore, quello che non c'é non consuma energia.
Consigliatissima l'adozione di una CompactFlash al posto del disco rigido. Consuma pochissimo, é piccola, non ha parti in movimento che assieme all'assenza delle ventole significa zero rumore. L'adattatore IDE-CompactFlash costa una manciata di euro.


La CompactFlash che sostituisce il disco rigido a fianco dell'alimentatore.

La scheda Output funziona perfettamente, però all'accensione non parte nello stato di reset e questo puo provocare l'attivarsi di uno dei relé. Inoltre anche il computer quando si accende invia alle seriali dei segnali che la scheda Output interpreta come corretti. Al momento ho previsto un'alimentazione separata dei relé in modo che si possa evitare che comandi indesiderati provochino accensioni o spegnimenti delle utenze. Ho allo stadio di prototipo una scheda con timer che inibisce i relé per la durata dell'accensione del computer, il problema é che le seriali hanno degli impulsi spuri anche durante lo spegnimento.

Per evitare di ricablare tutto l'appartamento alle uscite della scheda Output ho collegato dei telecomandi commerciali, all'uscita del corrispondente ricevitore c'é un relé bistabile. Soluzione ottima, al momento relé bistabile e controller sono ancora sincronizzati.
Per azionare il comando della porta per motivi di sicurezza invece ho raggiunto la serratura con 2 fili.


Le 3 schede da me realizzate, dal basso Input, Output e timer.

A questo proposito ho trovato una soluzione che ritengo comodissima. L'ingresso del mio cortile non ha il cancello motorizzato, però ho il cancelletto pedonale, la porta a livello cortile e adesso anche quella d'ingresso con la serratura elettrica.
Con il controller attivo un timer che tiene eccitato un relé per 5 minuti. Questo relé commuta l'interruttore del campanello del mio appartamento verso le 3 serrature. Se entro i 5 minuti premo il campanello per entrare in casa devo solo spingere le 3 porte. Provate una soluzione del genere quando avete le mani piene di pacchi e vi renderete conto della sua utilità. Di contorno ultimamente non tengo più le chiavi di casa in tasca.
In teoria si puo anche evitare di dover suonare il campanello ma se parte una chiamata al controller per sbaglio si rischia di ritrovarsi con la porta di casa aperta mentre si é in vacanza. Se poi un giorno motorizzerò il cancello d'ingresso dell'auto con una modifica posso aprirlo effettuando una seconda chiamata sempre nell'arco dei 5 minuti.

CONTINUA -->

 

Home page - La mia classe - I miei database - Varie ed eventuali - Il mio sport - Servizi per Palm